header

 

 

 

 

 

 

 

Calendario Eventi
<<  Ottobre 2017  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
      
  3  8
  9101315
16171819202122
23242526272829
3031     
Il CSV dei Due Mari è su Facebook!
Cittadini, per esempio
Microazioni di Formazione 2017
Bacheca del volontariato
Area riservata



Home Page Comunicazione Archivio notizie CSV Comunicato stampa: “Escludere dal 5 per mille le associazioni con poche firme a sostegno sarebbe un brutto colpo al volontariato”

Comunicato stampa: “Escludere dal 5 per mille le associazioni con poche firme a sostegno sarebbe un brutto colpo al volontariato”

“Destano gravi preoccupazioni le dichiarazioni rilasciate recentemente, dal sottosegretario al Welfare, Luigi Bobba, di escludere dall’accesso al 5xmille le associazioni che ricevono poche “firme a sostegno”. Sarebbe un grave e duro colpo non solo a numerose organizzazioni di volontariato, ma a quanti usufruiscono dei loro servizi di prossimità. Ma non solo. Verrebbe negata la libertà di scelta del contribuente a sostegno delle attività dell’una o dell’altra organizzazione. Siamo in totale in disaccordo e chiediamo che tale principio non venga applicato.”

Lo dice il Presidente del Centro Servizi al Volontariato di Reggio Calabria, dott. Ignazio Giuseppe Bognoni, in una breve nota.

Nel decreto , ora al vaglio della commissione parlamentare,  si parla di attuare uno  “sbarramento verso il basso” ai fondi provenienti dalle firme sulle dichiarazioni dei redditi: in pratica, sotto una certa soglia gli enti non avrebbero diritto a riscuotere neppure quel piccolo sostegno.

 

«Mentre  le grandi organizzazioni  incamerano decine di milioni di euro, ci sono  piccole associazioni che riescono, con somme minime, a svolgere le loro attività dignitosamente, sopperendo alla mancanza di risorse ormai strutturale. Molte di questi realtà sono presenti sul nostro territorio –  afferma Bognoni  –  e contano sul 5x1000 per le necessità essenziali ( pagamento delle utenze,  assicurazione dei volontari, ad esempio). Negare questa possibilità, sarebbe grave.

Vogliamo difendere  le organizzazioni di volontariato, i volontari e coloro che beneficiano  della loro azione  gratuita, ma anche la libertà di scelta del contribuente che deve avere il diritto di scegliere quale associazione sostenere. “

 

Reggio Calabria, 09/06/2017

 

 

 

logo-csvnetlogo-csv-catanzarologo-csv-cosenzalogo-csv-crotonelogo-csv-vibologo-coge-calabria