Al via il Progetto Confido, del Forum delle associazioni familiari e del Centro Comunitario Agape

Il Forum nazionale ha fatto partire in dieci regioni il “Progetto Confido” per sostenere adozione e affido; si tratta di convincere almeno  duemila famiglie  che affido e adozione, con i sostegni adeguati e le conoscenze del caso, sono percorsi possibili, senza nascondere le difficoltà, ma anche ingigantirle. Il progetto ha ricevuto il sostegno della Presidenza del Consiglio, dipartimento per la famiglia. “Progetto Confido”, andrà avanti fino all’ottobre 2021.L’obiettivo quello di coinvolgere circa duemila famiglie accoglienti in dieci regioni (Lazio, Lombardia, Puglia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Campania, Calabria, Sardegna, Sicilia). «Si tratta di un progetto di innovazione sociale  che ha l’obiettivo di promuovere e diffondere la conoscenza delle pratiche di adozione e affido su tutto il territorio italiano. Una sfida grande «per sensibilizzare le famiglie e dare risposte al bisogno di ogni minore a vivere in una famiglia, fornendo loro informazioni, formazione e orientamento, su tre fronti diversi: affido familiare, adozione e tutor per minori non accompagnati. Promuovere affido e adozione, non significa proporre un’alternativa alle famiglie d’origine che non ce la fanno ma è quella di sostenere la fragilità di questi nuclei con un lavoro sussidiario di sostegno e di affiancamento e solo nelle situazioni di abbandono ricorrere all’adozione. Il Progetto Confido per sostenere adozione e affido andrà avanti anche nella speranza che nel frattempo la politica faccia il suo dovere, avviando quelle riforme legislative che oggi frenano non poco tutto il sistema dell’accoglienza e dell’assistenza ai minori. Il primo step inizierà il 15 Gennaio con incontri settimanali sul web tenuti da psicologi, assistenti sociali, giudici minorili e con testimonianze di famiglie che si  sono aperte all’accoglienza.

Scarica il file LOCANDINA-PERCORSO-AFFIDO-CONFIDO.jpg (21 download)